Condividi

Segnaletica orizzontale

Condividi

Segnaletica stradale per la sicurezza delle piste ciclabili 

La segnaletica stradale è fondamentale per garantire la sicurezza dei ciclisti. Segnali chiari e ben posizionati possono fornire indicazioni precise su dove i ciclisti devono andare e come devono comportarsi, riducendo significativamente il rischio di incidenti. La presenza di segnali visibili e comprensibili contribuisce a creare un ambiente stradale più sicuro, favorendo una convivenza armoniosa tra i ciclisti e gli altri utenti della strada. 

L’assenza di una segnaletica adeguata può portare a situazioni di pericolo, specialmente nelle aree urbane densamente popolate. Per esempio, segnali di stop, strisce pedonali e indicazioni di precedenza sono cruciali per evitare collisioni. La segnaletica non solo guida i ciclisti, ma educa anche gli automobilisti a rispettare gli spazi riservati alle biciclette e monopattini 

  • SEGNALETICA ORIZZONTALE

La segnaletica orizzontale, invece, è direttamente applicata sulla superficie stradale e serve a delimitare fisicamente gli spazidedicati alle biciclette. Questa tipologia di segnaletica è particolarmente utile nelle zone ad alto traffico, dove le strisce dipinte possono chiaramente separare la carreggiata dalla pista ciclabile, riducendo il rischio di scontri. Entrambi i tipi di segnaletica sono cruciali per creare un ambiente stradale sicuro e ben organizzato, soprattutto nelle aree urbane con traffico intenso.

  • CASA AVANZATA

La casa avanzata è definita come “linea di arresto per le biciclette in posizione avanzata rispetto alla linea di arresto per tutti gli altri veicoli” nelle intersezioni semaforizzate e “può essere realizzata lungo le strade con velocità consentita inferiore o uguale a 50 km/h

  • ZONE 30

La zona 30 è un intervento urbanistico per la moderazione del traffico nella viabilità urbana, che consiste nella riduzione del limite di velocità a 30 km/h in una determinata area urbana. In Italia è stata introdotta nel 1995, all’interno delle direttive per la redazione dei Piani Urbani del Traffico.

 

 

 

Torna in alto